Pubblicato da: campolibanosci | gennaio 14, 2008

Alzati e torna a respirare

Abbiamo conosciuto linguaggi difficili, abbiamo sentito parole il cui significato sfuggiva a qualunque traduzione. Chiedere e chiederci “perché” non ha generato che altri perché. Questo che segue è un breve estratto di un’intervista a una signora realizzata da Yassin e Haitaa nel campo di Burj. La donna raccontava del martirio dei suoi figli, quando a un certo punto ha iniziato a recitare dei versi. Doveva essere solo un esercizio di montaggio, ne è uscito l’ultimo video realizzato sul campo.
Di chi è la gioventù appassita che la musica chiama?

Vito

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: